CONTATTAMI SUBITO

02 5460319


DALLA TUA PARTE

COME COMBATTERE CONTRO UNA FALSA ACCUSA?

  • Penale
  • francesco
  • No Comments
  • giugno 30, 2017

COME COMBATTERE CONTRO UNA FALSA ACCUSA?

Come si combatte contro una falsa accusa?

Di fronte ad una falsa accusa molti pensano: “La mia parola contro la sua”.

Il problema è che, nella maggior parte dei casi, i Giudici credono alla sua parola e non alla tua.

E allora come si combatte contro una falsa accusa?

Te lo spiego in questo articolo.

***

La domanda è: come si combatte una falsa accusa?

Risposta: attraverso un’argomentazione.

L’argomentazione, però, deve essere:

  1. logica
  2. suffragata da elementi probatori che possano confutare quell’argomentazione.

Intendo spiegarti il concetto attraverso un caso giudiziario che sto attualmente trattando.

Rudy è un fotografo di moda che opera a Milano. Ha un giro di modelle che vanno da lui per farsi realizzare dei book fotografici.

Rudy dice alle ragazze di avere delle amicizie negli ambienti giusti, quelli che contano, e che tante modelle famose a Milano sono state sue clienti.

E’ un tipo strano Rudy. “E’ un po’ pazzo Rudy, però fa belle foto” dirà una modella sentita dai Carabinieri.

Rudy nel Marzo del 2015 viene denunciato da una decina di queste modelle per violenza sessuale.

Le modelle riferiscono, in sede di denuncia, che Rudy le fa bere durante gli shotting e poi abusa di loro. Le ragazze riferiscono che, benché Rudy non sia certo un uomo avvenente, queste erano preda di forti impulsi sessuali (forse sono state drogate?).

Nel Dicembre del 2016 Rudy viene arrestato.

Il Giudice della misura cautelare ritiene che potrebbe ripetere il reato.

Il Gip, rifacendosi alle dichiarazioni delle modelle, scrive che Rudy approfittava dell’inesperienza e della incapacità di reagire delle ragazze.

In sede di riesame chiedo la scarcerazione dell’indagato perché non vi sono le esigenze cautelari. Ma non è questo che ci interessa in questo articolo.

Quello che ci interessa è che metto in risalto l’INATTENDIBILITA’ delle modelle attraverso un’argomentazione – come dicevamo poc’anzi – logica e suffragata da prove.

E allora: argomentazione logica.

  1. Le ragazze non erano delle educande, donne provenienti da un convento che si spogliavano dell’abito monacale, ma donne avvenenti che conoscevano la vita, gli ambienti dei fotografi e soprattutto persone che non potevano essere abusate, ma assolutamente consenzienti ad eventuali rapporti con il fotografo.
  2. Prova a suffragio dell’argomentazione.

Cito i verbali di denuncia da cui si evince che le ragazze pretendevano da Rudy book fotografici gratis, che erano loro a portare da bere al Rudy su sua espressa richiesta, che dopo aver asserito ai Carabinieri di essere state abusate si erano rifiutare di andare al Centro Soccorso Antiviolenza per farsi refertare.

  1. Mancanza di prove.

In sede d’indagine non emerge nessun esame tossicologico sulle ragazze che provi che esse siano state drogate.

Queste le argomentazioni offerte da questa Difesa. Sicuramente è un’argomentazione logica e confortata da elementi probatori.

Basterà? Al Giudice l’ardua sentenza.

***

Bene, se ti è piaciuto questo articolo lascia il tuo commento e ti risponderò con piacere.

Se vuoi espormi il tuo caso giudiziario chiamami, oppure scrivimi e sarò pronto ad ascoltarti e ad aiutarti…perché…

Io sono Francesco D’Andria e sono dalla tua Parte.

No Comments

Leave Comment

Please enter a message.
Please enter your name.
Please enter a valid e-mail address.

LATEST NEWS

We are a full service, general practice law firm, but we specialize in the areas of residential and commercial real estate transactions and litigation and commercial transactions and litigation.