I REATI TRIBUTARI

Quando il mancato pagamento delle tasse costituisce un illecito penale? Ovvero quando un reato tributario è capace di far scattare – come si diceva un tempo – le “manette agli evasori”?

 

Di cosa tratteremo in questo articolo?

In questo articolo si approfondirà il tema dei reati tributari in cui possono incappare coloro i quali esercitano attività d’impresa.

Sappiamo benissimo che fare impresa oggi, specie in Italia, è impresa ardua. Problemi di varia natura rendono infatti l’imprenditore un vero e proprio “eroe”: la crisi economica, la concorrenza agguerrita e a basso costo dei paesi in via di sviluppo, i clienti che non pagano, e una burocrazia lenta e farraginosa che non risolve i problemi dell’imprenditore, ma li aggrava e, dulcis in fundo, le tasse.

Si sa benissimo che in Italia il prelievo fiscale è altissimo, tanto che alcuni imprenditori, a causa dei fattori che abbiamo poc’anzi elencato, non riescono più a far quadrare i conti e purtroppo decidono di evadere.

 

Quali sono le condotte criminalizzabili dell’imprenditore?

Facciamo una rapida elencazione, ovviamente non esaustiva:

  1. l’imprenditore realizza lavori non emettendo fattura e dunque incassando soldi in nero;
  2. l’imprenditore potrebbe emettere false fatture al fine di aumentare i costi, abbattere l’imponibile e costituire fraudolentemente un risparmio fiscale.
  3. potrebbe fittiziamente dislocare la propria azienda in Paesi con un prelievo fiscale più basso al fine di non pagare le imposte sui redditi.

 

Quali sono le conseguenze nel caso di una dichiarazione dei redditi ingannevole?

Una dichiarazione dei redditi fatta in maniera ingannevole potrebbe accendere la “spia” dell’Agenzia dell’Entrate o della Guardia di Finanza. A questo punto si aprirà un contenzioso amministrativo con l’Erario, il quale chiederà la restituzione della somma sottratta al Fisco oltre che interessi e sanzioni.

Ma non perdiamo di vista il focus del discorso, ovvero il procedimento penale.

 

Quali potrebbero essere le contestazioni?

Si elencano di seguito le ipotesi più rappresentative:

  1. reato di dichiarazione Infedele;
  2. reato di false fatturazioni per operazioni inesistenti;
  3. omessa dichiarazione dei redditi in Italia.

Il procedimento penale potrà comportare irrogazioni di inabilitazioni per lo svolgimento dell’attività imprenditoriale, oltre che sequestri e confische di denaro.

 

Come ci si difende di fronte ad accuse di tal fatta?

Ne parleremo nei prossimi articoli.

avvocati penalisti milano

Avvocato Penalista Milano e Studio Legale Penale a Milano

Scegli una difesa la miglior difesa, specializzata e di qualità.

Per un APPUNTAMENTO può contattarci al n° 02 5460319 o potete compilare il form

Chiama Ora!

CHIAMA ORA!